Parrocchia SS Redentore

Giovedì 14 Novembre 2019

Anche voi, quando avete fatto tutto dite: siamo servi inutili.
Una parola che ci sorprende con l’aggettivo “inutili”. Di fatto Inutile in italiano significa che non serve a niente, incapace. Ma non è questo il senso della parola originaria: servi non tanto inutili, ma che non si aspettano un utile, che non ricercano un vantaggio; servi senza pretese, né rivendicazioni, né secondi fini, che di nulla hanno bisogno se non di essere se stessi, che agiscono senza un fine che non sia la sola motivazione d’amore. Scrive Madre Teresa di Calcutta:
“Nel nostro servizio non contano i risultati, ma quanto amore metti in ciò che fai. Il servizio è più vero dei suoi risultati, più importante della ricompensa e dei successi”.

Essere servo inutile, significa fidarmi di Dio,credere che attraverso il mio piccolo contributo, lui,potrà realizzare il suo regno nel mondo.
Essere servo inutile, significa dimenticare ciò che la gente pensa di me e preoccuparmi di essere grande agli occhi di Dio. Solo così potrò vivere nella pace e sperimentare la gioia di camminare nella verità del vangelo.Essere servo inutile significa alla fine essere servo libero, perchè la vera libertà del cuore è sempre l’obiettivo a cui ci chiama il Vangelo di Gesù. Teniamo aperto il cuore d’innanzi a questa pagina di Vangelo che ci chiede di purificare le intenzioni con cui facciamo il bene e ci mettiamo a disposizione.
Una pagina di Vangelo che ci raccomanda di curare la qualità interiore del nostro servizio nella vita della Parrocchia e nella vita della Chiesa. Il Vangelo ci rammenta di diventare “Servitori” come Gesù, venuto per servire, non per essere servito. Buon cammino, cari parrocchiani!

 

 

Accedi

LITURGIA DELLE ORE
LODI MATTUTINE
ORA MEDIA - TERZA
ORA MEDIA - SESTA
ORA MEDIA - NONA
VESPRI
COMPIETA
MESSALE DEL GIORNO
 A cura di liturgiagiovane.org