Parrocchia SS Redentore

Sabato 20 Aprile 2019

Dopo l’esperienza dello scorso anno, torniamo anche per l’estate 2019 a visitare le Dolomiti.

Le Corbusier, uno dei più grandi architetti della storia, per primo ha definito le Dolomiti “la costruzione più bella al mondo”, concetto poi ripreso anche da Reinhold Messner, che di questa terra è originario. Di questa immensa bellezza godranno i ragazzi che parteciperanno alla Vacanza Estiva: il rosso infuocato che accende le Tre Cime di Lavaredo e il Catinaccio, i panorami che si godono dai sentieri dell’Alta Via delle Dolomiti durante una gita alla scoperta di questo meraviglioso territorio dichiarato nel 2009 Patrimonio mondiale dell’UNESCO.


COSA SONO LE DOLOMITI?
Le Dolomiti sono un insieme di gruppi montuosi delle Alpi Orientali. Si estendono in Italia settentrionale tra le province di Bolzano, Trento e Belluno e culminano nei 3343 metri del Massiccio della Marmolada. Qui, in Alto Adige, le Dolomiti offrono infinite opportunità per gite o escursioni più impegnative su altopiani, tra cime frastagliate e pareti maestose, ma anche passeggiate adatte ai più piccoli, tra i caratteristici prati verdissimi e le acque dei laghi.
Le Dolomiti sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità il 26 giugno 2009 dal World Heritage Commitee dell’UNESCO, riunito a Siviglia, per la “serie di paesaggi montani straordinariamente distintivi e di eccezionale bellezza naturale”, “la varietà di forme scultoree” delle “loro cime verticali e pallide”. Inoltre, questo bene possiede un complesso di valori di importanza internazionale per la scienza, data “la quantità e la concentrazione di formazioni calcaree estremamente varie” e la particolarità geologica.
La geologia fornisce proprio ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo uno spaccato della vita marina del Triassico, all’indomani della più grande estinzione mai ricordata nella storia della Terra: un’orma di dinosauro impressa in un masso è infatti ben visibile dal sentiero che dal Rifugio Auronzo conduce al Rifugio Lavaredo. Lo stesso dinosauro è raffigurato in un grande plastico al Museo Multitematico di Palazzo Corte Metto ad Auronzo.
Nell’agosto del 2009, Auronzo ha ospitato la cerimonia di riconoscimento delle Dolomiti come Patrimonio dell’Umanità, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.


AURONZO DI CADORE
Auronzo di Cadore è una rinomata località di vacanza delle Dolomiti Bellunesi.
Situato nella parte più settentrionale del Veneto, vicino a Cortina, al Comelico e all’Alta Pusteria, si stende a circa 900 mslm lungo la sponda sinistra del Lago di Santa Caterina.
Circondato dai boschi e da alcuni tra i gruppi dolomitici più belli, con le Tre Cime di Lavaredo sullo sfondo, Auronzo costituisce la meta ideale per una vacanza all’insegna del relax e dell’attività fisica... e quindi è perfetta per i nostri ragazzi.
La quota ideale, le piacevoli passeggiate all’ombra degli abeti lungo le sponde del lago, la strada ciclopedonale che percorre in piano i circa 8 chilometri di sviluppo della valle, le tante occasioni di svago e di incontro, il viale alberato in centro, gli scorci caratteristici delle vie più nascoste, fanno di Auronzo una delle mete più ricercate delle Dolomiti Patrimonio UNESCO. Anche per la Vacanza Estiva 2019 ci sarà modo di fare una visita ad Auronzo per portare a casa qualche souvenir per mamma e papà.


PALUS S. MARCO
Villa Gregoriana, infatti, non è situata tra le case di Auronzo ma si trova sull‘altopiano di Palùs San Marco, a metà strada tra le località di Auronzo di Cadore e Misurina, tra i fittissimi boschi di faggi e conifere che scendono dai fianchi delle montagne circostanti.
La fauna e la flora di Palùs San Marco sono tutelati nell’ambito della Riserva Naturale Orientata di Somadida, un luogo d’elezione al quale già nel Quattrocento venne riconosciuta la sua particolare bellezza e la tutela dall’allora Repubblica di Venezia. La riserva racchiude uno dei boschi più estesi del Cadore e rappresenta una delle località più affascinanti dell’intera regione dolomitica. Una fauna ed una natura di rilievo annoverano la presenza di abeti bianchi, abeti rossi, faggi, larici, cervi, caprioli. In località Palùs San Marco, proprio per la sua posizione strategica e la sua bellezza, sono presenti diverse case per campiscuola (tra le altre c’è anche la Casa San Giovanni Paolo II) e alcuni Hotel, che nel periodo in cui siamo in vacanza vanno letteralmente a ruba. Per il resto il panorama da questa località prevede prati verdi e profumati di fieno, fitti e ombrosi boschi, baite con davanzali fioriti e coloratissimi, animali al pascolo, laghi freschi e cristallini, guglie e spettacolari pareti di roccia.

Accedi